Abruzzo - Parco Nazionale d'Abruzzo

parco nazionale d'abruzzo

Il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise rappresenta uno di quei luoghi incantevoli che meritano di essere visitati se si passa per la zona di Tortoreto o nei dintorni.

Il Parco venne istituito nel 1917 dalla Fondazione Pro Montibus e nel 1921 venne ribattezzata come area protetta in quanto vennero scoperte razze animali particolari che in esso trovavano rifugio.

La flora del Parco Nazionale d'Abruzzo è peculiare in quanto qui si possono trovare specie di piante e fiori rari, oltre che tipi di alberi e piante boschive non riscontrabili in altre zone. Specifici di questo luogo sono il giaggiolo, le betulle e le orchidee, il pino nero di epoca terziaria, il pino mugo dei epoca glaciale e numerosi faggi plurisecolari che creano ombra e fungono da termoregolatori nei boschi. Numerose sono le foreste in cui dominano tipologie di alberi particolari cosiddetti al “alto fusto” e che ricoprono quasi il 60% della superficie totale del Parco.

Le rocce e le montagne del Parco Nazionale risalgono a 170 milioni di anni fa, parlando del periodo più antico, mentre risale a 30 milioni di anni la formazione più recente. Si parla dunque di rocce del periodo mesozoico e terziario antico che accorpano diverse sedimentazioni caratterizzate in parte dal fatto che prima delle montagne in quest'area c'era solo il mare, per cui molti sedimenti sono di fossili marini.

All'interno del Parco Nazionale per garantire delle visite guidate sicure e coinvolgenti sotto la guida di esperti conoscitori del territorio, si trovano dei Centri Visita completi di ogni servizio che permettono al visitatore di esplorare non solo le aree naturalistiche ma anche di visitare i musei e le zone faunistiche di maggiore risonanza. La fauna del Parco Nazionale è ancora incontaminata e qui, a scopo didattico soprattutto, è possibile conoscere razze animali pregiate e rare come quella dell' orso marsicano, del cervo, del capriolo e della lince, animali che vivono in totale libertà.

Ma il Parco Nazionale d'Abruzzo non è solo natura, infatti questa immensa e suggestiva zona verde raccoglie in sé diversi paesini e borghi, in tutto 24, che ancora conservano intatte le peculiarità dell'antico passato che li hanno caratterizzati. Sono luoghi incantevoli dove il tempo sembra si sia fermato e che meritano di essere visitati e scoperti in ogni peculiarità.

Per accogliere il sempre più crescente numero di visitatori che ogni anno si recano in questa zona dell'Abruzzo per conoscere e visitare il Parco Nazionale sono state realizzate numerose ed attrezzate strutture ricettive, di ogni tipologia, in grado di soddisfare le esigenze di qualsiasi turista.

Dintorni

-